02. Monographs on Alexander, 2.02 Life, Alexander - Non Fiction Book, Reviews

Recensione Libro / Collaborazione: “Alessandro Magno. La storia, il viaggio dell’ultimo eroe” di Antonio Montesanti

Aforismi: QUI.

Buongiorno e buona domenica a tutti, grazie di essere su Alessandro III di Macedonia- la tua risorsa su Alessandro Magno! Purtroppo in questo periodo ho avuto qualche problema e sono stata impegnata e non sto leggendo, quindi non ho nuove letture di cui parlarvi, però voglio riproporvi una recensione modificata di un libro che avevo già letto ma che per un problema di irreperibilità della versione cartacea mi sembrava di averlo castigato. Quindi ecco che vi parlo come giustamente merita di:

Alessandro Magno. La storia, il viaggio dell’ultimo eroe

di Antonio Montesanti

Ginevra Bentivoglio EditoriA, 2011, 382 pagg.

ISBN: 978-8895064628

Abile stratega, condottiero e potente sovrano, Alessandro Magno di Macedonia, eroe che percepiva se stesso alla stregua di un nuovo Eracle o di un nuovo Achille, fu, prima di tutto, un “viaggiatore”. E chi si approcci alle pagine del presente lavoro, nel quale viene ripercorsa l’intera vicenda del grande macedone, si prepari, di fatto, a compiere un lungo e affascinante viaggio… Un’esplorazione attraverso quei luoghi in cui l’uomo Alessandro compì il luminoso percorso che lo avrebbe portato a divenire mito; aspirando costantemente, come racconta la storica Lynette Mitchell nella prefazione al libro, “… a divenire il più grande tra tutti gli eroi…”. Con pieno rigore storico, e senza concessioni alla fabula, a farla da padrone, in un racconto sostenuto da una poderosa mole bibliografica, sono i fatti “così come si svolsero”. Fatti la cui rievocazione, spogliata di facili orpelli, saprà coinvolgere e trascinare ogni lettore dentro l’antica e immortale storia (o viaggio) dell’ultimo eroe.

Antonio Montesanti (Roma, 1973) è ricercatore presso la “University of Exeter” (Regno Unito). Archeologo, storico e anche giornalista, è co-fondatore di Instoria, rivista online di storia e informazione e autore di varie pubblicazioni, tra cui il saggio Hipponion: storia e archeologia di Vibo Valentia (GB EditoriA, 2009).

Classificazione: 5 su 5.

Reading time: dal 5 al 17 agosto 2019.

Prima di tutto vorrei ringraziare Antonio, l’autore: non riuscivo a trovare il libro in versione cartacea ed è sempre stato gentilissimo e disponibile. Ho avuto il piacere di leggere questo libro grazie alla copia che mi ha inviato lui e grazie al suo interessamento è stato recentemente ristampato dall’editore. Potete acquistare la copia cartacea QUI sul sito di Ginevra Bentivoglio EditoriA al prezzo di 18,50 € (16,50 libro + 2 € di spese di spedizione). È una lettura che merita di essere fatta perché:

  • ogni capitolo inizia con una citazione ed è una caratteristica che mi piace molto, sia nei romanzi che nelle biografie;
  • la narrazione è chiara, scorrevole, non perde tempo nel superfluo ma spiega, chiarisce e fa un quadro generale quando serve;
  • alla fine del libro ci sono la cronologia e le mappe suddivise per capitolo;
  • l’autore ha fatto un lavoro enorme di ricerca perché la bibliografia è lunghissima e cita molti testi e articoli che sono un valido spunto per chi volesse approfondire maggiormente il tema.

Mi sono piaciuti molto alcuni approfondimenti non strettamente necessari ma molto utili per chiarire le situazioni: ad esempio è molto bella l’introduzione che ci spiega come Filippo prese il potere, ci parla del suo genio nel riformare molto la Macedonia antica; con Alessandro dall’altra parte del mondo l’autore non perde di vista la Macedonia e la Grecia e ci spiega cosa successe sotto la reggenza di Antipatro. Il capitolo XXI parla dell’ellenizzazione del mondo, ci fa notare come Alessandro lasciò comunque la sua impronta e l’ho trovato molto bello, come anche il capitolo seguente, il XXII, che cerca di indagare sulla reale personalità del re macedone. Come ho già detto prima, saltano all’occhio le ben 47 pagine di bibliografia e le 10 mappe alla fine del libro e c’è anche un giochino che si può fare mettendo insieme le prime lettere dei capitoli con la frase nel retro di copertina, che forma una frase bellissima!

Un punto a sfavore che mi sento di segnalare è che Efestione viene nominato ma senza mai fare riferimento a lui come amante

“amico più sincero, persona a lui più vicina, vice al comando e probabilmente unico uomo che lo comprendesse, interiormente e politicamente in ogni suo gesto…”.

PAG. 275

e non parla di omosessualità ma come, è giusto far notare, non si sofferma neanche troppo sulla sessualità e sugli amori femminili in generale.

Il lavoro di Montesanti è un valido strumento per i più e meno esperti di Alessandro: rappresenta una lettura interessante, utile e documentata che andrebbe comunque fatta per gli esperti ed è estremamente valida e scorrevole per i curiosi e per chi voglia scoprire Alessandro Magno.

Vi lascio ancora il link dove potete acquistarlo e vi invito a farlo perché non ne resterete delusi.

Fino a non molto tempo fa questo libro era introvabile ma ora l’editore l’ha ristampato e non potete perdervelo!

Voglio ancora fare un grandissimo ringraziamento ad Antonio per la copia del libro che mi ha inviato e per la sua gentilezza e disponibilità!

Grazie a tutti dell’attenzione, buona domenica,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.