1. Novels, 1.1 Historical Novels, Alexander - Fiction Book, Alexander's Alexandria

Recensione racconto – Collaborazione: “Alessandro: l’erede di Achille” di Yvan Argeadi

Buongiorno a tutti, grazie di essere su Alessandro III di Macedonia! Oggi vi parlo dell’ultimo racconto di Yvan Argeadi Alessandro: l’erede di Achille e questa volta devo farvi una premessa: ieri sera credevo di non avere la concentrazione adatta a leggere perché arrivata a metà lettura credevo di essermi rovinata la serata a causa di altri pensieri, ma poi l’ho ripreso e l’ho finito. Questo tenetelo presente perché adesso passo a parlarvi del racconto!

Alessandro: l’erede di Achille

di Yvan Argeadi

YA Publishing – StreetLib, 2020

ISBN epub: 9791220218764, pagg. 63

Era il 332 a.C. quando Alessandro Magno, dopo aver sconfitto l’armata persiana a Isso, giunse alle porte di Gaza.

Immensa fu in lui la rabbia suscitata dalle offese del Sovrano di quella città considerata una fortezza inespugnabile, e ancor più cruenta si mostrò la battaglia sotto le mura.

Ma lo stolto monarca che aveva sfidato il Re dei macedoni considerandosi al sicuro nella sua roccaforte ignorava che egli possedesse in sé la forza per riuscire a conquistare il mondo, e ancor più importante era all’oscuro del fatto che nelle vene di quel giovane conquistatore venuto da Occidente scorresse il sangue eroico e irato di Achille.

Classificazione: 5 su 5.

Reading time: la serata del 10 novembre 2020.

Quello che leggiamo in questo racconto è l’Alessandro più oscuro e spietato, quello vendicativo e intransigente, l’Alessandro che per questo e altri episodi viene criticato da molti: quello della presa di Gaza e della violenta uccisione del suo satrapo Batis. Alessandro è stato un grande guerriero e combattente, ha combattuto ogni battaglia insieme ai suoi uomini, perché il corpo a corpo con Batis qui descritto fa venire i brividi e poi Alessandro da libero sfogo alla sua imitatio Achilleus. Ma tutta questa oscurità viene bilanciata dall’Alessandro amorevole e più intimo con chi amava, dal comandante carismatico e dal grande guerriero. È come se ci fossero due Alessandri convergenti in uno, però non voglio che pensiate che Alessandro sia stato dipinto come un pazzo psicopatico perché non è assolutamente così, ma in questo breve racconto vengono racchiusi tutte le grandezze della sua persona, sia quelle positive ma anche quelle negative.

Senza spoilerarvi troppo posso dirvi che in alcuni flashback mi è sembrato di leggere una scena del film di Oliver Stone perché il rapporto quasi combattivo tra Olimpiade e Alessandro mi ha fatto ripensare al film. Anche questa volta Yvan fa dei piccoli cambiamenti al fine di legare di più la trama, ma sono consapevoli, tra cui le sue tanto discusse ultime parole. Mi è piaciuto molto come Yvan abbia espresso il lato più selvaggio di Alessandro paragonandolo all’episodio della caccia al leone. Piccolo appunto su Nearco: ormai è il mio personaggio preferito tra gli amici di Alessandro nei libri di Argeadi perché il primo sorriso me lo strappa con la sua entrata in scena.

L’unica piccola cosa che mi sento di criticare è un dialogo tra Alessandro e Barsine in cui Alessandro dice che l’avrebbe sconvolto il sapere di essere fratello di lei: all’epoca i matrimoni in famiglia non erano così rari quindi non sarebbe stato così sconvolgente, ma può anche essere inteso che riteneva impossibile che fossero fratelli e se lei le avesse dato questa notizia l’avrebbe di certo colto alla sprovvista. Come vi dicevo, è una cosa minima.

In meno di un mese è il terzo racconto che leggo di questo autore e ieri sera, a causa del problema che vi ho anticipato nella premessa, mi ha dimostrato che riesce a coinvolgermi sempre. Mi piacerebbe moltissimo se questo autore scrivesse un vero e proprio libro su Alessandro perché sono sicura che lo divorerei come faccio con questi racconti che ti catturano e poi ti lasciano sempre la sensazione di non averne abbastanza. Spero che in futuro Yvan esplorerà ancora la vita di Alessandro perché ci sono molti episodi, anche minori, molte sfaccettature di Alessandro che può approfondire, raccontarci e farci amare una volta in più. Mi piacerebbe anche leggere del rapporto di Alessandro ed Efestione senza però che si arrivi nel romance perché anche in questo racconto il riferimento a Efestione è come l’unico amico intimo del re, ma Alessandro non fu l’Alessandro che conosciamo senza Efestione. Mi piacerebbe leggere dei tradimenti di Filota, Callistene, dell’incontro con Ada, dell’entrata a Babilonia, del nodo Gordiano, ma anche dei suoi anni scolastici a Mieza, ma anche gli episodi meno noti sono ugualmente importanti. Insomma vorrei leggere tutto e ovviamente dovrò avere anche di questo la copia cartacea appena sarà disponibile!

Spero che Yvan dopo un po’ di riposo dalla scrittura tornerà a cimentarsi col suo eroe perché mi piacerebbe molto continuare a conoscere e a scoprire il suo Alessandro dalle mille sfaccettature e spesso fatto di opposti come realmente fu. Questo autore migliora a ogni racconto e sarebbe un peccato non immergersi più nelle pagine del suo Alessandro così umano, così immortale, così eroico. E in questo racconto Alessandro può essere tranquillamente accostato ad Achille, suo eroe per eccellenza, merito anche dell’autore che lo conosce e ama profondamente e rende il paragone tutt’altro che azzardato.

Chiudo ringraziando moltissimo Yvan per la copia del libro e per la (troppa) considerazione che da alle mie parole. Grazie infinite di tutto!

Se non l’avete ancora fatto scoprite le altre opere di questo promettente autore, vi ringrazio dell’attenzione e a presto per altre recensioni! Buona serata a tutti,

#copiaomaggio #prodottooffertoda Yvan Argeadi

8 pensieri su “Recensione racconto – Collaborazione: “Alessandro: l’erede di Achille” di Yvan Argeadi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.